Il vetro cavo italiano a Vitrum 2017

29 settembre 2017

L’anno zero di Vitrum è alle porte. Dal 3 al 6 ottobre, a Fiera Milano Rho (padiglioni 5 e 7), si svolgerà la 20ma edizione del Salone internazionale italiano delle macchine, degli accessori e dei prodotti speciali per la lavorazione del vetro piano e cavo.
In fiera, grande attesa anche per il ritorno del Vetro Cavo italiano.

L’edizione 2017 di Vitrum vede un grande ritorno: il Vetro Cavo italiano infatti ha confermato la sua presenza ponendo l’accento sull’importanza di questo evento fieristico di settore ai vertici mondiali. Il comparto sarà riunito presso il Padiglione 7.
Antonini Srl, Colorobbia Consulting Srl, Glass Service Srl, Ocmi OTG Spa, Olivotto Glass Technologies Spa sono le Aziende che quest’anno rappresentano a Vitrum il Made in Italy del Vetro Cavo (stand D25). A esse si aggiunge la divisione Vetro Cavo di Bottero Spa, che espone una selezione dei suoi macchinari per la lavorazione del vetro piano e del vetro cavo, ma anche soluzioni e impianti per float, laminato e linee imballaggio presso lo stand E21-G30, sempre nel Padiglione 7.

“Il know-how tecnologico e gli standard qualitativi raggiunti sono il vero tratto distintivo dei marchi italiani sui mercati internazionali. Bottiglie, tableware, farmaceutico, cosmetica: il Vetro Cavo made in Italy garantisce soluzioni complete, personalizzazioni in grado di incontrare tutte le esigenze della clientela e una capacità – pressoché unica nel settore – di fare filiera. E su questi nostri punti di forza intendiamo far leva anche quest’anno, a Vitrum 2017: nell’area espositiva comune ci attendiamo di incontrare clienti e committenti da tutto il mondo per consolidare, pianificare e avviare anche nuove relazioni e progetti”, ha dichiarato Michele Gusti, presidente del Gruppo Vetro Cavo di Gimav, nonché presidente della Ocmi OTG Spa.

La conferma del valore del comparto giunge anche dalle ultime rilevazioni del Centro Studi Gimav: oltre l’85% del fatturato del Vetro Cavo italiano proviene dall’export, con un +1,05% sull’anno precedente già in crescita di quasi il 3,5%.
Secondo i dati più recenti, infatti, le esportazioni di macchinari e tecnologie italiane per la lavorazione del Vetro Cavo proseguono il loro trend di crescita (già registrato nel 2015) con principale destinazione Ue (Francia in testa) e una decisa ripresa dei mercati del Continente Americano (Nord America a +41%; Centro e Sud America a +75,7%). Senza dimenticare l’Asia che, rispetto ai dodici mesi precedenti, ha superato il 25,61% di incidenza sul totale delle esportazioni mondiali.

Una sintesi dei più interessanti indicatori per il comparto del Vetro Cavo italiano:

  • il Messico si conferma il primo Paese importatore di tecnologie e macchinari italiani per la lavorazione del Vetro Cavo, con un’incidenza di ben 11,75%
  • segue nell’immediato la Cina con una pregevole incidenza del 10%
  • negli Stati Uniti raddoppia l’incidenza delle importazioni di macchinari italiani
  • la Russia, dopo la forte crisi del 2015, risale la corrente passando dalla 15ma alla 9a posizione.

GLI ESPOSITORI DELL’AREA VETRO CAVO ITALIANO – Padiglione 7, stand D25
Presentazione e interviste

ANTONINI SRL
Fondata nel 1946, Antonini vanta una presenza affermata in tutti e cinque continenti, con oltre 1.700 installazioni in 82 Paesi diversi del mondo. La sua produzione si concentra su forni di ricottura e di decorazione, forni di tempra per la prolusione di mattoni in vetro, forni isolatori Hv (che fanno di Antonini un’Azienda leader sul mercato cinese), trattamenti a freddo e pompe di dosaggio per trattamenti a freddo. Inoltre, l’Azienda si contraddistingue per il servizio di revisione e di aggiornamento degli impianti. Paesi target per l’Azienda sono il Messico e tutto il Sud America, ma importanti commesse riguardano anche il Sudest asiatico, Thailandia, Filippine e Vietnam in testa. Anche il mercato europeo continua a rafforzare la propria posizione: in Francia gli impianti firmati Antonini sono molto richiesti, mentre in Italia si respira una incoraggiante ripresa.
Ha dichiarato Barbara Antonini, Sales Manager di Antonini Srl: “Anche per questa edizione di Vitrum ci attendiamo sviluppi positivi. Sono convinta che il Salone internazionale di Milano abbia tutte le carte per diventare una fiera competitiva anche per quanto riguarda il Vetro Cavo. Abbiamo lavorato insieme e continueremo a lavorare proprio in questa direzione, perché riuscire a intercettare più espositori stranieri per il Vetro Cavo sarebbe una vittoria per tutti: per noi, per Vitrum, per la nostra Associazione ma anche per il nostro Paese. Il valore del nostro comparto è noto in tutto il mondo e Milano è una città di forte appeal, piace a tutti, espositori e visitatori: internazionale per natura, vanta una capacità logistica e organizzativa pressoché perfetta”.

GLASS ENGINEERING – COLOROBBIA CONSULTING SRL
Progettazione e realizzazione chiavi in mano di impianti industriali per la produzione del vetro e della vetroceramica. Questo il core business di Colorobbia Consulting – Divisione Glass Engineering & Contracting. Glass Engineering è nata nel 1987 e oggi, in un’ottica di forte sinergia e integrazione con tutte le altre divisioni del Gruppo Colorobbia, è in grado di garantire per il Gruppo stesso e verso il mercato servizi e soluzioni a 360 gradi.
Ha dichiarato l’ingegner Alessandro Bandini, Cto della Divisione Glass Engineering di Colorobbia Consulting: “Vitrum ha chiamato nuovamente all’appello i più importanti protagonisti anche del Vetro Cavo italiano. Questo probabilmente grazie all’instaurarsi di nuove e durature sinergie tra i massimi interpreti del settore, attraverso un rinnovato spirito di collaborazione tra le Associazioni italiane e internazionali coinvolte nella promozione e diffusione delle conoscenze nel mondo del vetro. Oggi è richiesta una sempre maggiore attenzione a una ‘green industry’, ed è in questa direzione che stiamo orientando i nostri sforzi. È infatti nelle nostre intenzioni privilegiare la fusione elettrica o, comunque, un processo di fusione diretto alla massima diminuzione delle emissioni in atmosfera. I punti di forza sono e rimangono i medesimi che contraddistinguono le produzioni italiane in tutto il mondo: la qualità dei prodotti, l’affidabilità dei macchinari, la cura del cliente post vendita, ma soprattutto quell’ingrediente in più che ci caratterizza nel mondo, ovvero quell’adattabilità e quella voglia di creare qualcosa di nuovo che altre realtà produttive mondiali ancora non hanno. Made in Italy significa anche ‘industria italiana in movimento’, in evoluzione, in cammino verso i ‘green and smart target’. E, in occasione di Vitrum 2017, intendiamo rafforzare i nostri impegni consolidati in Oriente, perorando la causa della riduzione delle emissioni in atmosfera senza nulla togliere ai rinnovati mercati rivolti al Continente africano e al Sud America. Quest’anno, a Milano, abbiamo deciso di ‘metterci la faccia’ perché crediamo nella validità e nelle potenzialità dell’appuntamento italiano: il nostro auspicio è che il management di Vitrum operi oggi e, sempre più, nel prossimo futuro per convogliare il maggior numero di operatori verso le Aziende del Vetro Cavo, affinché nelle edizioni a venire ci sia un interesse sempre maggiore alla partecipazione del comparto a questo evento”.

GLASS SERVICE SRL
Tecnologie di fusione del vetro e Divisione robotica: questi i due macro-dipartimenti dell’Azienda, che fornisce in tutto il mondo installazione di impianti “chiavi in mano” sia direttamente, con personale proprio, sia sotto la propria supervisione con personale fornito dal cliente, oltre che avviamento di forni e impianti ausiliari. Tutti gli impianti progettati e realizzati da Glass Service rispondono alle crescenti istanze dei mercati internazionali in termini di risparmio energetico, flessibilità di produzione, facilità d’uso e qualità del prodotto finale ai più alti standard. L’Azienda garantisce inoltre un servizio post-vendita completo per ogni prodotto su scale mondiale, incluse le riparazioni a caldo e le sostituzioni di porta elettrodi.
Ha dichiarato Giulio Isernia, Commercial Director di Glass Service: “Noi crediamo in Vitrum perché riteniamo che questo appuntamento possa divenire rapidamente un punto di richiamo per specifiche aree di interesse. Data la proliferazione di fiere anche nel nostro settore, il punto di forza di Vitrum può essere, e sarà sicuramente, la possibilità di consolidarsi in centro di attrazione per tutte quelle Aziende alle quali il ‘Team Italia’ è in grado di offrire soluzioni tecnologiche sia specifiche (forni, macchine, ecc) sia globali (impianti Turn Key).  In fiera, quest’anno, intendiamo presentare le nostre più recenti realizzazioni nel settore dei sistemi di combustione avanzati per canali e working end, parti di impianti dedicate ai forni, così come le nostre realizzazioni in termini di Turn Key project. La ricetta del nostro successo? Aver conquistato e consolidato giorno dopo giorno uno spazio fondamentale e una presenza costante su tutti i mercati, grazie a un mix fatto di prodotti, sviluppo tecnologico, presenza sul campo: tutto questo è stato possibile grazie al nostro staff, che lavora ormai 24 ore su 24. Professionisti sempre più preparati a confrontarsi con una concorrenza internazionale agguerritissima: ognuno di noi ha infatti sviluppato prodotti di assoluta eccellenza e la comunicazione continua fra i nostri gruppi sta permettendo finalmente di orchestrare giochi di squadra molto più efficienti che in passato. Le attese per quest’anno, dunque, sono molto più alte rispetto al passato: questo perché l’assistenza assidua ed estremamente efficiente della compagine organizzativa ci ha permesso di focalizzare l’attenzione su specifici clienti”.

OCMI OTG SPA
Leader mondiale nella fornitura di linee complete per la lavorazione del vetro borosilicato finalizzata alla produzione di fiale, flaconi, contagocce e carpoule, Ocmi OTG risponde alle esigenze di operatori sempre più orientati all’automazione dei processi di controllo qualità, alimentazione delle linee e imballaggio del prodotto finale. Ma Ocmi è anche fornitore dei maggiori produttori mondiali di calici saldati in cristallo o vetro soda-lime: punta di diamante è il modello SA, disponibile nelle versioni a 42, 48 e 60 stazioni, che assicura il massimo livello di flessibilità di fronte alle più diverse esigenze di produzione. I prodotti richiesti dal mercato europeo sono diversi da quelli richiesti negli Stati Uniti o in Estremo Oriente nel tipo di vetro utilizzato e nel design; tuttavia Ocmi si conferma partner affidabile nel lungo periodo, capace di recepire anche i più piccoli accorgimenti richiesti dagli utilizzatori finali per ottimizzare la produttività e l’efficienza.
Ai vertici mondiali nella progettazione e realizzazione di macchinari per la lavorazione del Vetro Cavo farmaceutico e tableware, grazie alla cooperazione con l’Azienda MT Forni di Venezia (specialista nella fornitura di forni di fusione, ricottura e decorazione) Ocmi è inoltre in grado di fornire tecnologia a know-how per la produzione di articoli in vetro tecnico, come vetro-mattone e isolatori.
Ha dichiarato Alex Crescentini, Sales Manager di Ocmi OTG: “A Vitrum, in primo piano porremo sicuramente le nostre novità sviluppate sulle macchine SA per saldatura e tiro di calici, sulle presse soffianti PAS per la produzione di brocche, le presse idrauliche o pneumatiche progettate su richiesta e la possibilità di offrire linee ‘chiavi in mano’ per la produzione di vetro-mattone e isolatori per linee ad alta tensione. Si tratta di soluzioni di sicuro interesse per i visitatori che storicamente giungono a Vitrum, provenienti da Est Europa, Medio Oriente e Africa mediterranea. Ma, grazie al lavoro di promozione svolto in vista dell’evento, ci attendiamo inoltre un buon riscontro anche dagli operatori del vetro farmaceutico che, nello stand collettivo Gimav dedicato al Vetro Cavo, potranno ricevere informazioni dettagliate non solo sulle macchine per la conversione del tubo di vetro borosilicato, competenza esclusiva di Ocmi, ma anche sulle attrezzature necessarie alla produzione del tubo stesso”.

OLIVOTTO GLASS TECHNOLOGIES SPA
Olivotto Glass Technologies opera nel settore del Vetro Cavo dal 1946 quando iniziò a commercializzare la sua prima soffiatrice rotativa. Ricerca, innovazione e sviluppo tecnologico costante hanno permesso all’Azienda di diventare leader in tutto il mondo, fornendo impianti chiavi in mano e servizi in grado di soddisfare qualsiasi richiesta di produzione.
Nell’agosto 2003, Olivotto ha acquisito il ramo vetro di Antas (Italia), società con consolidata esperienza nell’industria del Vetro Cavo. In seguito, nel giugno 2007, ha acquisito Lynch Systems (Usa), tra le più antiche produttrici al mondo di macchine formatrici per il Vetro Cavo. Nell’aprile 2008, ha acquisito W. Lindner Maschinen (Germania), conosciuta nella produzione di macchine di alta qualità per qualsiasi tipo di vetro (cristallo al piombo, calce sodata, borosilicato). Leader nei rispettivi settori di mercato, le quattro Aziende hanno unito forze e conoscenze per diventare un punto di riferimento nello scenario del Vetro Cavo producendo impianti, sistemi e macchine.
Il Gruppo assicura la perfetta integrazione di tutte le macchine, associata anche a completa assistenza e servizi in qualsiasi fase di progettazione, sino all’avviamento del processo produttivo.
Olivotto GT offre soluzioni tecnologiche progettate e realizzate in modo da creare effetti sinergici con le strategie di produzione del cliente e di adeguarsi rapidamente a ogni personalizzazione. Sono tutte macchine, linee complete e impianti “chiavi in mano” per la produzione di: calici (tutti i processi); articoli da tavola; articoli da forno; caraffe; grandi contenitori; lampade e articoli da illuminazione; fari per automobili; isolatori; tubi in vetro; articoli per laboratorio; isolatori di vetro; lane minerali; imballaggio automatico dei calici e bicchieri.